TEAM TEX

A.S.D. Team Tex Chiuduno

Un successo di partecipazione alla 4a ed. de “La 111”

Un successo di partecipazione alla 4a ed. de “La 111”

📁 Amatori, Randonee, team TEX 🕔03.Luglio 2022
Un successo di partecipazione alla 4a ed. de “La 111”

Il 19 giugno, con l’organizzazione del Team TEX Chiuduno con Free Time Telgate, si è svolta “La 111 – Ciclopedalata tra i Castelli”, manifestazione non agonistica che ha portato i partecipanti alla scoperta del fascino di dieci fortezze presenti nel Parco Oglio Nord e altri edifici medioevali, animati da figuranti in costume d’epoca.
Dalle 7:30 alle 8:30 ben 440 ciclisti, hanno preso il via dalla Multiarea del Palasettembre, Centro Fiera Chiuduno (BG), e si sono diretti verso i tre percorsi, ideati dall’ex ciclista professionista Valerio Tebaldi, per soddisfarne tutti i gusti: dal corto di 22 chilometri scelto dalle famiglie, al medio di 76 km, fino al tracciato completo di 111 chilometri, che presentavano entrambi ben tre stappi sul finale; tutti i percorsi erano appositamente segnalati da più di 350 cartelli che indicavano la direzione da seguire per ogni tracciato scelto.
La madrina della manifestazione, è stata la giornalista Eleonora Capelli, che prima dello ‘START’ ufficiale ha intervistato alcuni partecipanti cogliendone le emozioni.
Alle 7:30 con il sole già alto in cielo, alla partenza nel piazzale del Palasettembre, si apprezzava una tavolozza di maglie colorate e tra i partecipanti, si poteva notare una gran varietà: dal più giovane, un bimbo di 4 anni nel trasportino, collegato alla bici del papà, al bambino di 6 anni alle prime pedalate su strada, accompagnato dai suoi genitori, a persone con delle normalissime biciclette da passeggio, a gruppi di ciclisti amatori con le proprie specialissime. Orgoglio della manifestazione, non solo avere al via ciclisti cicloamatori delle squadre locali, ma anche, cicloamatori di team proveninti da Trentino, Veneto, Emilia Romagna, ed anche un turista tedesco in vacanza al Lago d’Iseo. Tra i partecipanti, anche gli Ex-professionisti Enrico Guadrini e Claudio Corti e il giovane professionista del Team Giotti-Victoria Savini Due, Davide Finatti, che si è prodigato nel percorso lungo facendo da gregario al suo papà.
La partenza alla ‘francese’ , ha permesso a tutti di iniziare la giornata di sport con tranquillità, così da affrontare uno dei tre percorsi in modo sereno, senza l’assillo dell’entrata in griglia, tutti insomma con l’obbiettivo di trascorrere una domenica mattina all’insegna della dolce riscoperta dei dieci castelli medioevali, disposti in un territorio da favola quello de ‘la 111’, che è così nominata, perché appunto, il numero 111, ricorda le guglie dei castelli che si incontrano lungo il percorso. I primi atleti a partire, hanno avuto il privilegio di pedalare con un’ammiraglia d’eccezione, la mitica Alfa Romeo modello AR51, che scortò il Campionissimo Fausto Coppi nella vittoria al Tour del 1952, guidata da Sergio Finazzi, grande appassionato di ciclismo e noto telaista del brand ‘NEVI TITANIUM BIKES’ di Chiuduno.
Subito dopo il via, si è creato un allegro serpentone multicolore, rispettando la filosofia della manifestazione, dileguandosi poi su strade secondarie e lontane dal traffico, percorrendo piste ciclabili tra campi coltivati, alternate da brevi e facili passaggi su strade bianche, a cavallo tra le provincie di Bergamo, Brescia e Cremona attraversando il Parco Oglio Nord, ristorandosi a metà percorso lungo c/o il ristoro al Castello di Padernello e al Birrificio Oi a Urago d’Oglio zona di arrivo del percorso corto.
All’arrivo dei ciclisti al Palasettembre, abbiamo raccolto le parole di Valerio Tebaldi del TEAM TEX ASD, che con l’Ass. allo Sport per il Comune di Telgate Cristian Bertoli e Manuel Bacis dell’associazione APS FREE TIME TELGATE, sono a capo del Comitato promotore della #111:
“Per il nostro piccolo gruppo organizzativo è stata un’immensa gioia vedere così tanti partecipanti, dal piccolo al grande, dal ciclista amatore all’agonista, ma tutti entusiasti di prendere il via alla nostra “Ciclopedalata tra i Castelli”, e questo ci ripaga di tanti sforzi, che in questi anni abbiamo fatto per fare crescere la manifestazione. Il nostro scopo è quello di offrire a tutti, un’occasione per pedalare indipendentemente dalla singola preparazione, fare sport immersi nella natura e lontani dalle arterie più trafficate. L’occasione è gradita, per promuovere il nosto territorio, scoprire le bellezze architettoniche medioevali presenti nei tre percorsi, e per chi si cimenta nel ‘percorso lungo’ di 111 km, sono addirittura dieci… Tutti hanno risposto positivamente, per noi è un grande vittoria!
Una vittoria non fine a se stessa, perché fin dal 2018, anno in cui si è svolta la prima edizione a Telgate, parte del ricavato delle iscrizioni viene devoluto in beneficienza, alla Fondazione Giovanni Celeghini ONLUS, che sostiene la lotta contro i tumori celebrali, finanziando progetti di ricerca, borse di studio, bandi e divulgazione scientifica in collaborazione con diversi Ospedali e Università d’Italia”.
Tutti i percorsi hanno consentito ai partecipanti di vivere un esperienza unica, avvolta da una suggestiva atmosfera d’altri tempi, grazie alla collaborazione di associazioni di promozione storico-culturale presenti sul territorio, ad ogni castello i ciclisti, hanno incontrato figuranti in fedeli abiti storici, come guardie, sentinelle e danzieri, che testimoniandone il passaggio degli atleti, hanno apposto un timbro sulla tessera di viaggio, consegnata dagli organizzatori prima del via e che rimarrà a ricordo di questa particolare pedalata. Ottenuto il timbro, come se fosse il permesso per attraversare il feudo, i partecipanti hanno proseguito alla “conquista” del castello successivo, progressivamente dalla fortezza 1 in Urago d’Oglio, alla numero 10, posta sulla collina di Chiuduno, facendo due soste intermedie nei punti ristoro appositamente allestiti dall’organizzazione.
Analogo contesto anche per il percorso “Medio” che in 76 chilometri ha toccato cinque castelli e tre punti di interesse ed un’abbondante ristoro all’ombra del castello di Padernello.
Tante le famiglie che hanno scelto il tracciato “Corto” di 22 chilometri raggiungendo il primo castello a Urago d’Oglio, attraversando la Cappella di Sant’Obizio, fino all’arrivo posto nella campagna di Urago, dove oltre al ristoro presso il “Birrificio Oi” gestito dai volontari dall’associazione Bersaglieri “Nino Chiari” di Telgate (BG), i partecipanti hanno potuto rilassarsi in un’ampia zona relax, attrezzata con tavoli, sedie, ombrelloni e area giochi per bambini.
Dopo la sosta rigenerante, alcuni partecipanti sono rientrati alla zona di partenza (Palasettembre) percorrendo in autonomia il percorso a ritroso, mentre molti hanno usufruito del servizio navetta gratuito, previsto dall’organizzazione.
Al termine della Ciclopedalata, transitati sotto lo striscione d’arrivo nella multiarea del Palasettembre in via Martiri della libertà 2/A, i ciclisti hanno affidato la propria bicicletta al bike-parking gratuito, sorvegliato dallo staff “LA 111”, che ha permesso ai partecipanti di usufruire serenamente, dell’ultimo ristoro rigenerante a base di frutta fresca, per poi accomodarsi nel refettorio per il pasta party finale. Altra nota positiva, Il locale predisposto per rifocillare i partecipanti, era provvisto di enormi ventilatori che hanno consentito di mantenere una temperatura della sala gradevole, questo ha favorito anche l’ottimo evento a contorno di intrattenimento, la Lotteria “LA 111 XL” , con tanti premi a sorteggio. Come emozionante è stato assistere alla consegna dell’assegno di 1.000 Euro, alla Fondazione Giovanni Celeghin ONLUS ed al premio per il gruppo più numeroso vinto dal Team Loda Millennium capitanato dall’Ex professionista bresciano Nicola Loda.
A fianco della struttura che accoglieva il pasta party, al centro fiera di Chiuduno, gli organizzatori supportati da Matteo Ghitti, hanno dato l’opportunità a tutti i partecipanti e accompagnatori, di visitare gratuitamente la mostra-esposizione “Sulle Ali delle Emozioni”, un viaggio nella storia di questo sport, dagli anni ’90 ad oggi. Attraverso le immagini, le maglie, le biciclette, si è realizzato un percorso per ricordare il grande Campione Marco Pantani, i suoi gregari e i suoi antagonisti, fino anche ad arrivare ad alcuni campioni dei giorni nostri.
Una bellissima giornata di festa per la bicicletta, resa possibile anche dalla partnership con KASK, e dal suo brand di occhiali sportivi KOO Eyewear, che hanno sede proprio a Chiuduno e che oltre ad essere Main Sponsor della manifestazione, hanno offerto i loro prodotti per la speciale lotteria riservata ai partecipanti della “Ciclopedalata tra i Castelli”. I più fortunati, si sono aggiudicati gli Occhiali OPEN3 di KOO in tre colori, Caschi MOIJTO3 di KASK in tre colori, inoltre sono stati estratti tre buoni per due persone, per visite guidate all’interno dei castelli di: PADERNELLO (BS), SONCINO (CR), PUMENENGO (BG).
Un’altra novità della quarta edizione, è stata la prova cronometrata nel percorso di ritorno, sul segmento STRAVA ‘”Drittone per Urago”, che ha visto tanti ciclisti testare la propria gamba “a tutta”. I vincitori sono stati per le donne Emanuela Mora con il tempo 1:43 alla rispettabile media di 39,8 km/h, mentre tra gli uomini Corrado Pasotti con il tempo di 1:35 alla media di 43,2 km/h.
ll comitato organizzatore della “Ciclopedalata tra i castelli La 111” RINGRAZIA tutti i partecipanti che hanno reso indimenticabile questo viaggio sui pedali, lontani dal traffico, attraverso la storia medioevale e non per ultimo donato una cospicua somma alla Fondazione Giovanni Celeghin ONLUS per la ricerca scientifica contro i tumori cerebrali!
GRAZIE alle Amministrazioni e le Polizie Locali di tutti i comuni sui tre percorsi, le Provincie e Prefetture di Bergamo, Brescia e Cremona, ed il Comitato F.C.I. di Bergamo.
GRAZIE a tutti i nostri amici e collaboratori che hanno reso possibile l’ottima riuscita della quarta edizione: la Multiarea del Palasettembre e Centro Sportivo Chiuduno che ci hanno ospitato, lo staff alle iscrizioni/starter pack, ai ristori e al pasta party, Sergio Finazzi che ci ha accompagnato con la sua ammiraglia AR51, Eleonora Capelli che alla partenza, ci ha emozionato con le sue parole, i fotografi Antonio Finazzi, Giuliano Colosio ed i ragazzi di Cineraw Studio, le motostaffette, le persone presenti a sorvegliare la sicurezza sul percorso, il personale medico, i ragazzi del cambio ruote ed i ragazzi del bus navetta con trasporto bici!
Un’ enorme grazie, a chi ha impreziosito “LA 111” con la presenza dei figuranti in abiti storici ai castelli, facenti parte delle Associazioni:
– Contrade San Lorenzo Urago d’Oglio
– Voci di Corte Pumenengo
– Cooperativa il Borgo di Soncino
– Gruppo Storico Chiuduno
– La compagnia della Torre Cremona
– Castello di Padernello Fondazione
Non per ultimo GRAZIE a tutti i nostri sponsor che hanno creduto in noi e nel nostro progetto #LA111 !
Ricordando che sul sito della manifestazione www.la111.it, nella pagina GALLERY 2022 è possibile visionare e scaricare gratuitamente tutte le foto della quarta edizione; Continuate a seguire i canali social, per scoprire quando si terrà la quinta edizione il prossimo anno e le novità che proporremo per rendere ancora migliore questa esperienza sui pedali!

#IoVadoInBici
#teamtex
A.S.D. Team TEX, via Brigata Lupi di Toscana, 15 Chiuduno (Bg)

ufficiostampa.teamtex@gmail.com